Colle del Pas e Cima Pian Ballaur

Escursionismo Alpi Liguri Roberto Pockaj

Da Pian Marchisio, e dal vicino Rifugio Mondovì, si dipartono probabilmente i percorsi escursionistici più interessanti della Val Ellero. Al cospetto della Cima delle Saline, svariati itinerari consentono interessanti traversate verso la Val Corsaglia, la Val Tanaro e la Val Pesio. Tutti si snodano in un ambiente assai caratteristico, dove molto evidenti sono i segni lasciati dai fenomeni carsici: doline, inghiottitoi (in alcuni si sente lo scorrere delle acque sul fondo), campi solcati (rocce incise dalle acque di ruscellamento) e intere pareti rocciose che paiono intagliate dalla mano di chissà quale folletto dispettoso. L'itinerario proposto tocca il Lago Rataira (o dagli altri svariati toponimi simili), sulle cui sponde si trova un menhir dalle incerte origini, e termina al Colle del Pas, sullo spartiacque con la Val Tanaro.

Punto di partenza: Porta di Pian Marchisio (1634 m)
Dislivello: 740 m fino al Colle del Pas, 990 m fino a Cima Pian Ballaur
Tempo di salita: 2,45 ore fino al Colle del Pas, 3,30 ore fino a Cima Pian Ballaur
Difficoltà: E
Cartografia: IGC 1:50.000 n.8, Alpi Marittime e Liguri; IGC 1:25.000 n.114, Limone Piemonte Valle delle Meraviglie, St. Dalmas de Tende; Alpi senza Frontiere 1:25.000 n.3, Marguareis Mongioie; Blu Edizioni 1:25.000 n.2, Alpi Liguri Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro
Sitografia: http://www.alpicuneesi.it/itinerari/valleellero/index0603.htmhttp://www.anfablopir.com/gita.asp?mypage=pianballauresaline;
Bibliografia: A. Parodi, R. Pockaj, A. Costa, Nel cuore delle Alpi Liguri, Andrea Parodi Editore, 2012.

Accesso stradale. Da Villanova Mondovì si risale la Valle Ellero fino a Roccaforte Mondovì. Si prosegue quindi a sinistra per Rastello, dove s’imbocca la “strada forestale Pian Marchisio”. La strada sale asfaltata fino in località Ponte Murato, oltre il quale prosegue per circa 4 km in buona parte sterrati e con fondo moderatamente sconnesso (se ne consiglia la percorrenza con mezzi 4×4). In località Porta di Pian Marchisio, dove la strada diventa interdetta al traffico privato, è possibile lasciare l’auto in due ampi piazzali sterrati.

Itinerario. Dalla Porta di Pian Marchisio una comoda sterrata conduce al Rifugio Mondovi (1761 m; possibile accorciare il percorso su sentiero nell’ultimo tratto). Si prosegue alle spalle del rifugio lungo il tracciato della GTA, andando a rimontare la balza rocciosa che, attraverso la Porta Biecai, conduce nei pressi del Lago Biecai (1967 m; lago effimero, spesso asciutto in estate). Poco oltre si lascia la diramazione di destra per il Rifugio Garelli e si segue con qualche difficoltà, tra roccette affioranti e distese prative, la poco evidente traccia segnalata fino al caratteristico Lago Rataira (2171 m). Una breve ma ripida salita porta quindi al Colle del Pas (2340 m), affacciato sulla Val Tanaro e sulla conca carsica di Piaggia Bella. Seguendo verso sinistra la displuviale, all’inizio esile, poi sempre più ampia, si sale senza difficoltà fino alla Cima Pian Ballaur (2603 m), notevole punto panoramico e convenzionale luogo di ritrovo per tutte le masche della valle!


Roberto Pockaj

Roberto Pockaj è nato a Genova nel 1967 ed è dottore di ricerca in ingegneria informatica ed elettronica. Appassionato di escursionismo e fotografia, dal 2003 è accompagnatore naturalistico in Piemonte e Guida del Parco delle Alpi Marittime. Collabora da diversi anni alla realizzazione di libri, articoli e carte escursionistiche riguardanti le Alpi cuneesi; è autore del sito www.alpicuneesi.it, interamente dedicato all'escursionismo in provincia di Cuneo.